Chiama il numero +39 055 574971 per un appuntamento

Diagnosi e terapia

Diagnosi e terapia delle malocclusioni

La diagnosi delle malocclusioni viene effettuata mediante la Kinesiografia mandibolare e la Elettromiografia di superficie dei muscoli masticatori.
La Kinesiografia analizza con estrema accuratezza i movimenti mandibolari di apertura e chiusura 
con una risoluzione fino a 0,2 mm.
La Elettromiografia registra l'attività dei muscoli masticatori e cervicali durante la fase di riposo e la fase di lavoro.
La terapia delle malocclusioni richiede metodi poco invasivi, assolutamente non destruenti, reversibili 
e senza somministrazioni di farmaci.
La terapia si avvale sia della TENS ( stimolazione neurale elettrica transcutanea) che permette di ottenere un rilassamento muscolare sia dell'ortotico in resina (comunemente chiamato byte).
Il trattamento terapeutico consente di ritrovare un corretto rapporto spaziale fra la mandibola e il cranio correggendo la malocclusione e ottenendo la scomparsa della sintomatologia dolorosa.

Settore sportivo


Un altro interessante campo di applicazione dei concetti gnatologici riguarda il settore sportivo. Da molti anni infatti lo Studio PRAYER GALLETTI collabora con enti e società sportive per la costruzione di paradenti o byte individualizzati per atleti che svolgono attività sportiva agonistica.
La letteratura medica sportiva ha evidenziato una connessione fra una corretta occlusione dentaria ed una migliore performance atletica attraverso una più efficace e sinergica attività muscolare che solidarizza catene muscolari ascendenti e discendenti. Le articolazioni temporo-mandibolari sono l'anello terminale più alto di una unica catena articolare che arriva fino alle caviglie passando attraverso le spalle, il bacino e le ginocchia.
Una corretta occlusione si riverbera positivamente nei settori articolari e muscolari discendenti.Oggi sempre di più si vedono atleti forniti di paradenti sia come protezione dai traumi di gioco ma anche come riposizionatori mandibolari.La malocclusione infatti crea una situazione di squilibrio muscolare con un conseguente dispendio di energia che viene sottratta al potenziale dell'atleta.
Richiedi un appuntamento tramite il modulo di contatto
Share by: